Home » Ristrutturazioni » Casa da ristrutturare? Ecco cosa aspettarsi

Diversi programmi televisivi ci mostrano intere case ristrutturate in sole due settimane, ma non illudiamoci: una ristrutturazione che si rispetti, eseguita a regola d’arte, necessita di tempi lunghi che variano a seconda del tipo di interventi richiesti.

Affinché una ristrutturazione sia eseguita correttamente e si possa ottenere la casa dei propri sogni, è necessario seguire precise fasi di interventi. Se è vero che ogni ristrutturazione è un caso a sè con le sue variabili, è altrettanto vero che queste sei fasi sono costanti e necessarie in ogni ristrutturazione.

NB. Prima di iniziare qualsiasi lavoro, la casa deve essere libera: non è pensabile iniziare una nuova ristrutturazione con un immobile ingombro di mobili, scatoloni o persone, a mano che la parte da ristrutturare sia solo una stanza. 

1. Allestimento cantiere e opere provvisionali

Il primo punto è estremamente importante, in quanto ogni cantiere ha bisogno di: un proprio impianto elettrico, l’accesso all’acqua, l’eventuale allestimento di ponteggi a noma di legge, gli spazi per il carico e lo scarico dei materiali e tutto quello che riguarda la messa in sicurezza del cantiere e dei suoi operai.

2 Demolizioni e smaltimenti

Dopo questo primo punto sarà possibile iniziare i primi lavori di demolizione e smantellamento dei sanitari, degli infissi e delle porte, dei muri ed eventuali controsoffitti, dei rivestimenti e pavimenti con i relativi massetti, e di tutti gli impianti. 

Non appena eseguite tutte le demolizioni previste e provveduto allo smaltimento dei materiali di risulta, la casa è liberacome una tela bianca dove, a seconda del progetto, vanno aggiunti gli elementi che comporranno il quadro finale.

3. Ricostruzioni in cartongesso/muratura e isolamenti.

Le opere edili che seguono questa prima fase, si attengono al progetto definitivo della casa e prevedono la ricostruzione dei massetti, la ricostruzione delle murature e/o dei cartongessi, la posa degli isolamenti, la realizzazione dei vani porte e finestre e dei loro controtelai, gli allacci e i collegamenti (acqua/gas/luce) e gli scarichi fognari.

Se la ristrutturazione prevede il rifacimento del tetto, questo è il momento per la ricostruzione dei solai, l’isolamento e la copertura.

Quanto costa ristrutturare casa

4.Massetti, solai, tracce e telai

Mentre si procede nelle ricostruzioni entrano in casa gli impiantisti, elettricisti e idraulici, che posano a terra o mediante tracce sui muri, le tubature e tutti i materiali necessari per l’impianto elettrico, idrico e di riscaldamento della casa.

Terminata la posa riprendono le opere edili, i muratori chiuderanno tutte le tracce e poseranno i massetti per i pavimenti e i rivestimenti nei bagni e in cucina.

Questa fase comprende anche la realizzazione di controsoffitti ed eventuali mobili in cartongesso, la posa di tutti i pavimenti ad eccezione di quelli in legno, che per la loro natura delicata, vengono posati per ultimi.

5. Impianti termico, idrico e elettrico

La quinta fase prevede l’installazione dell’impianto elettrico (cavi, quadri e cassette elettriche, cavi TV, telefono e internet, eventuale impianto domotico, di condizionamento, solare e fotovoltaico) e di quello idrico (sanitari e rubinetterie, attacchi lavatrice e lavastoviglie).

E’ il momento di installare anche tutti gli infissi esterni e subito dopo eventuali pavimenti in legno.

La vostra casa è quasi terminata, il grosso dei lavori è alle spalle, adesso potete concentrarvi sulle rifiniture.

6. Finiture: posa materiali, infissi e pitture

La sesta fase prevede le pitture interne ed esterne, la posa dei battiscopa, l’installazione delle porte interne e dei portoni, delle caldaie e degli split per il condizionamento, le unità esterne, le placchette dell’impianto elettrico, radiatori, caldaie o stufe, gli apparecchi illuminanti interni o esterni.

Se la vostra casa prevede un cortile o un giardino, in questa ultima fase verranno realizzati i marciapiedi esterni, i camminamenti, la posa delle recinzioni e dei cancelli pedonale e carraio ed eventuali piantumazioni.

La vostra casa è terminata, ed ogni impresa che si rispetti deve consegnarvela pulita e completa di tutte le certificazioni. 

Il consiglio che possiamo darvi è di seguire attentamente tutte e sei le fasi sopra descritte, o affidarvi ad un direttore lavori che controllerà per voi che ogni passaggio sia eseguito correttamente ed a regola d’arte, per evitare sorprese future.

Sapere esattamente come si svolgeranno i lavori di ristrutturazione della vostra casa vi permetterà di pianificare le scadenze e di tenere sempre sotto controllo il cantiere per risparmiare tempo e denaro.

BUONA RISTRUTTURAZIONE!